La grande sfida

Dal Computex di Taipei, la capitale di Taiwan, arrivano ogni anno molte novità che presto o tardi finiranno nei banconi dei nostri negozi di elettronica. E, seppure di new entry ve ne siano molte (come Tegra, i processori di NVIDIA che potrebbero fare concorrenza all’Atom di Intel in grado di portare sui computer tascabili la stessa potenza grafica dei notebook), l’argomento del giorno è costituito dalla grande gara che ha preso il via fra i principali costruttori di computer nel settore degli Ultramobile (UMPC).

Chi ci legge dà per scontato che l’apripista è stato Asus con il suo EEE PC (in particolare il modello 701 da 4GB di disco solid state, 512 MB di RAM e processore Celeron). Nel frattempo sono scesi in lizza Pioneer, HP (HP 2133) e alcuni minori che però non sono andati oltre la notizia di anticipazione.

Negli ultimi giorni si è parlato anche di Dell e si sono viste anche parecchie foto del cosiddetto mini-Inspiron, ma – a parte una voce su un prezzo presunto di 399 euro – non se ne sa molto di più. 

Dell mini

Così non è invece per quel che riguarda le tre principali novità del settore: i mini-PC di MSI, di Acer ed i nuovi modelli con cui la stessa Asus farà concorrenza a se stessa.

Prima di prenderli in esame precisiamo che, nonostante Atom, il processore di Intel con cui tutte queste nuove macchine saranno equipaggiate, dovrebbe essere disponibile in volumi a partire dal 3 giugno, quasi tutte queste macchine staranno chiuse nei cassetti dei produttori fino a metà luglio o qualche giorno prima. La causa potrebbe essere data dalla richiesta superiore al previsto che secondo alcune voci consentirebbe a Intel di soddisfare solo il 40% dei clienti per la data prevista e probabilmente nessuno vuole correre il rischio di ripetere il flop produttivo di Asus che aveva sottostimato la richiesta di 701 perdendo l’occasione di saturare il mercato.

 

Non vale quindi la pena correre in negozio dove da qualche giorno si può trovare l’Asus 900 con lo schermo a 8,9’ e disco solido di 20 GB (oppure con Windows XP), ma ancora con il vecchio Celeron a 399. Molto meglio attendere uno o due mesi per mettere le mani su uno di questi gioiellini.

A valutarli sulla carta la scelta non sarà semplice. E continuerà a non esserla perché non tutti saranno disponibili sui canali di strada per poterli toccare con mano, esperienza definitiva per questo tipo di oggetti.

Dell mini lato

Proviamo quindi a prendere in esame le caratteristiche diffuse di quelli che sembrano maggiormente attesi: MSI Wind, Acer AspireOne e Asus 901 e 1000 e, solo marginalmente, il fantomatico Mini Inspiron di Dell.

Ritengo che le variabili che più possono orientare la scelta siano due: le dimensioni e il costo. A seguire l’ergonomia e l’estetica, infine naturalmente i requisiti di funzionamento.

Confronto di dimensioni Asus 901 e 1000Dimensioni: Chi sceglie questo tipo di macchina con criterio non lo fa per sostituire il notebook, ma neppure lo smartphone: vuole un piccolo computer “di riserva” che in quanto tale non richieda una borsa apposita per essere portato (altrimenti tanto vale scegliere un ben più completo notebook), ma che possa stare nel borsello o in una tasca capiente.

Per quanto riguarda la leggerezza questi computer si assomigliano molto: Stanno tutti attorno al chilogrammo, salvo il Wind che pesa 2 kg in più e i due nuovi Asus che lo superano rispettivamente di 1,4 e di 3,2 etti soprattutto in ragione del peso delle batterie di lunga durata (superano le 6 ore).

Più del peso la differenza si fa soprattutto sulla larghezza. Se infatti i modelli con lo schermo a 8.9 pollici si attestano su dimensioni simili (22,5X17 l’Asus 900 e il 901, 24×17 l’Acer AspireOne e qualcosa di simile anche per il Dell), l’MSI Wind misura già 26cm x 18cm (giusto 2 cm di lato in più) e l’Acer 1000 ancora di più, andando a rasentare le misure di un notebook 12“. (Asus 901, AspireOne, mini-Dell voto: 10; Wind voto: 8 )

Prezzo: Il ribaltamento di prospettiva provocato da Asus non è solo legato alle dimensioni, ma ancor di più al fatto che prima dell’EEE PC il piccolo costava MOOOLTO più caro del grande (e per molti come Sony e la stessa Asus è ancora così); per questi prodotti invece una cifra superiore ai 400 euro li mette già fuori mercato. C’è subito da dire che il 1000 supera, seppur di poco (10 e 30 euro stimati rispettivamente per la versione con HD 80 GB e Solid State 20 GB) questa soglia, mentre quelli con Windows XP (Dell escluso) la rasentano. Decisamente al di sotto stanno AspireOne (299 euro e 350 con HD 80 GB), Wind Linux (349 euro) e 901 (circa 340 euro). (AspireOne voto:10; Wind Linux voto: 9 Asus 901 voto: 8).

Batterie e processore: Tutte queste macchine monteranno lo stesso processore, ovvero l’Intel Atom 1,6 GHz. Un punto in più per Wind è dato dalla possibilità di overcloccare il processore non appena si colleghi il computer alla rete elettrica La durata delle batterie, fattore critico, è invece molto diversa e, da anticipazioni ancora imprecise, solo MSI Wind e gli Asus arriverebbero a superare a bassi consumi le 6 ore (addirittura 7 e mezzo per il 1000). (Asus voto: 10; MSI Wind voto:9)

Memorie: Per quanto riguarda la memoria le differenze sono tali e tante che dobbiamo fare molte distinzioni che andrebbero correlate ai prezzi e all’OS (essendo queste le voci che più si traducono in denaro sonante). 512 MB possono sembrare pochi e lo sono di certo per la RAM necessaria a far funzionare Windows, mentre con Linux sono del tutto rapportabili a 1 GB per XP. Quanto a memoria rigida, se i 4 GB degli EEE PC erano un po’ troppo giusti già gli 8 GB dell’Acer e soprattutto i 20 GB dell’Acer Linux vanno bene, mentre i 12 dell’Acer XP sembrano molto castigati: con Windows è meglio orientarsi sui modelli alti a 40 e 80 GB.

 

Nella fascia economica troviamo Acer AspireOne (Nand Flash da 8 Gbyte, 512 Mbyte di Ram espandibile fino a 1,5 GB). In fascia standard l’Acer 901 Linux (1 GB di RAM e 20 GB di Memoria allo Stato Solido per la versione Linux e 12 GB per quella Windows) e poi l’AspireOne HD (80 Gbyte sul meno veloce e più dispendioso disco rigido da 2,5” e 1 GB di Ram). In fascia alta troviamo l’AspireOne Windows (uguale al modello medio ma con l’aggiunta di 50 euro per Windows), il Wind (anch’esso con HD da 80 GB e 1 GB di RAM) e l’Asus 1000 (40 GB Solid State e Linux e HD 80 GB e XP, ma in entrambi i casi con ben 2 GB di RAM). A tutto ciò va aggiunto che sia AspireOne che Wind hanno gli slot per carte di memoria di diversi formati, mentre gli Asus supportano solo il comunque ben più diffuso ed economico standard SD.

(Economici AspireOne voto: 9; Standard: Asus 901 voto: 9; Alta Asus 1000 Linux voto:10, Wind voto: 9, Asus 1000H Windows voto: 9).

Ambiente: I sistemi operativi utilizzati sono Linux Xandros personalizzato per gli Asus e Linux Linpus per Acer AspireOne; non mi è dato conoscere quale Linux monti il Wind Linux, annunciato ma introvabile. Tutti i modelli invece presentano una versione con Windows XP ad un concambio di 50-100 euro di differenza e/o minori dotazioni disco. Linpus è un prodotto meno rifinito dello Xandros personalizzato e XP mal si presenta negli schermi inferiori ai 10 pollici. (MSI Wind: 10; Asus 901 Linux voto: 9 e Asus 1000H voto:8).

Ergonomia: tastiera, schermo, mouse…: Tutti i modelli presentati offrono un’ottima ergonomia. Le tastiere più convincenti sembrano essere quelle del Wind, anche se nello spazio ridotto AspireOne e Dell sembrano convincere di più; il pad di quest’ultimo sembra più efficace, mentre quello di Asus e Wind potrebbe essere più castigato. Se poi come portabilità i 10 pollici sono più ingombranti, sono indubbiamente più ergonomici e per i presbiti diventano l’ideale (il WInd ha anche una funzione di lente di ingrandimento). Inoltre alcuni modelli usano il discutibile – specie su dimensioni così piccole – schemo lucido e sembra che addirittura Acer abbia previsto dei display a LED (Wind voto: 10; AspireOne voto: 8).

Estetica: La qualità estetica non è da prodotto economico per nessuno dei prodotti in esame, ma indubbiamente chi ci ha lavorato di più nel piccolo sono Dell e Acer per il look tecno-PC, mentre più Apple-like, l’MSI Wind appare decisamente aggraziato per semplicità ed efficacia. (AspireOne voto: 10; Wind voto: 10).

Periferiche e reti: La dotazione di periferiche sia fisse che Wireless sembra essere diventata uno standard per questi sistemi. Diversamente dai primi Asus ora tutti questi modelli, oltre al WiFi 802.11b/g supportano anche il Bluetooth, mentre sembra che gli Acer escano equipaggiati per lo standard WiFi 802.11n e gli stessi assieme agli Asus (ma non è detto per gli altri) potranno montare il modulo opzionale Intel 5150 per il WiMax.

In definitiva: Si fa difficile una stima generale, specialmente senza avere avuto per le mani i prodotti: test definitivo e indispensabile per questi oggetti.

Per Portabilità e Portafoglio ci sembra che l’Acer AspireOne 8 GB / 512 MB Linpus sia la scelta migliore

Per Portabilità e Potenza riteniamo vinca l’Asus EEE PC 901 20 GB / 1 GB Xandros Linux

Per Ergonomia, Estetica e Somma di valori emerge su tutti l’MSI Wind.

Il premio insindacabile della giuria del primo che vorrei avere fra le mani va quindi all’MSI Wind (che dovrebbe però ancora vedersela con l’Asus EEE PC 901).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

3 commenti

Archiviato in 3ex Life, Hardware, Mercato, News

3 risposte a “La grande sfida

  1. mmiki

    ottimo confronto. lo terro’ presente.
    comunque l’altro giorno avevo letto sul sito msi che il wind avra’ “Novell Linux”. appena ritrovo la pagina te la scrivo
    ciao!

  2. maister

    È vero. L’avevo letto anch’io, ma l’ho giudicato più un rumor che un dato. Inoltre la SUSE – alias Novell Linux – pura non sarebbe tanto adatta all’oggetto: bisogna vedere se propongono anche loro un’interfaccia light.
    Grazie e a presto.

  3. Pingback: NetBook Award « 3E Linux Life Style

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...