…e che non si parli più di Netbook

Qui, ad un certo punto ci siamo adeguati alla massa, ma all’inizio li chiamavamo “Minibook”.

Oggi, una leggenda del passato, convertita ormai nel più remunerativo settore industriale, rivendica quel nome per una sua creatura della quale molti lettori non hanno mai saputo, mentre altri se ne saranno dimenticati.

Non il sottoscritto che nella pagina introduttiva di questo blog ai suoi albori, quando l’unico minibook in circolazione era l’eeepc 701, ricordavo fra i primogenitori, innanzitutto il Quaderno Olivetti, poi il Newton Communicator di Apple, la serie Jupiter CE e il primo PSION Netbook.

 

PSION NetBook con OS originale

PSION NetBook con OS originale

 

In giro lo troverete come uno dei tanti dispositivi per Windows CE, anzi, il primo con CE.NET, ma non va dimenticato che nacque con un’edizione a colori molto ben fatta dell’EPOC, il sistema operativo nato almeno per i mitici Serie 3, poi per i Serie 5 e infine, come araba fenice rinata dalle proprie ceneri proprio a partire dalla versione per Netbook, nelle felici spoglie del Symbian OS, cresciuto proprio dai geni di PSION.

 

Purtroppo Netbook era uno dei tanti esempi di idee troppo avanti per i tempi. Inoltre anche il suo costo che superava decisamente i 3 milioni di lire (oggi parleremmo di qualcosa di simile al presso del Macbook Air di base – e come quello per primo usò la memoria solida quando costava ancora a peso d’oro) fece da deterrente alla sua diffusione sul mercato. Il passaggio a Windows CE fece del NetBook un ibrido che si andava a confondere con un mercato imbastardito e non particolarmente fiorente. Per tutte queste ragioni venne dimenticato. 

Oggi PSION, pur non avendocela con i giornalisti e i blogger, pretende che il nome, tutt’oggi registrato, non venga associato ad altre macchine.

Più che altro è bene ricordare che, non solo il netbook di piccole dimensioni, ma soprattutto la macchina nata per lavorare in rete l’avevano inventata loro quasi vent’anni fa proponendo tutti quei principi riproposti oggi da Acer e Asus e tutte le altre.

Persino Google ha tenuto a mettere ben in chiaro che eviterà di associare nelle sue pagine il termine Netbook ad altre marche che non siano PSION.

Penso tuttavia che la questione si stia profilando proprio in un momento in cui i MiniBook hanno bisogno di una nuova identità. Se non già oggi, fra non molto ci si stancherà di questa soluzione stereotipata di Notebook Bonsai e forse dal momento in cui avremo a che fare con oggetti originali sparirà anche la categoria per rimanere ai nomi degli oggetti, com’era il caso del Newton, ad esempio. Forse sarà l’evoluzione dei MID, da un lato, e la “democratizzazione” dei Notebook compresi tra i 10 e i 12 pollici robusti e leggeri, dall’altro a segnare il trapasso inevitabile dei NetBook.

Certo è che già da oggi dovremmo smettere di usare questo glorioso nome per questi, tutto sommato banali oggetti.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 3ex Life, Hardware, News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...