E adesso possiamo riprovare sui netbook…

Ora che è chiaro che quello di Apple probabilmente non sarà un notebook-bonsai, ma caso mai un iPod-sequoia, possiamo tornare alla vecchia occupazione: quella di pasticciare i nostri netbook per installarci su Mac OS X – sempre, ovviamente a scopo di ricerca e sperimentazione, perché il contratto del software, anche se in maniera controversa per molti paesi, non ne consente l’utilzzo su prodotti che non siano della Apple.

Boingboing ha preparato una tabella (riportata in Italiano da HeavyTrader) che mostra quali sarebbero i netbook più compatibili con MacOS. Da questa si evincerebbe che a figurare meglio sarebbero MSI Wind, Lenovo S10 e Dell Mini. Vediamo la tavola di corrispondenze:

A giocarsela per il titolo del migliore netbook per Mac OS X sarebbero soprattutto l’ultima sorpresa, il Dell 9″ con HD e il più “storico” MSI Wind.

Le risorse superiori e la maggiore diffusione del secondo mi spingono ad optare per questo, almeno fino a che la sperimentazione con il Dell non si sarà diffusa. A questo si aggiunga che probabilmente si tratta del netbook rispetto al quale si annoverano il maggior numero di sperimentazioni riportate in rete. Questo probabilmente dipende da due fattori: il primo, qui rilevato mesi prima dell’uscita, è l’ispirazione che il costruttore ha da sempre tratto dalla casa californiana nel design delle proprie macchine (si pensi alla recente imitazione del MacBook Air) che ha sedotto molti amanti del Mac; il secondo consiste nel primato del Wind fra le macchine ad essere dotate di schermo a 10″, RAM accettabile e HD fisico: gli altri sono arrivati mesi dopo. Questo non vuol dire che non si possa trarre ispirazione da questo per provare su altre macchine. Ovviamente occorre che abbiano le tre caratteristiche appena definite.

Non voglio insegnare ai gatti ad arrampicare e, visto i tanti lavori presenti in rete mi limiterò a segnalarne alcuni, quelli che mi hanno convinto di più fra i più recenti.

Le procedure non sono così diverse fra di loro. Quello che cambia sono soprattutto le fonti software. Nonostante sia fondamentale possedere una copia acquistata con licenza, occorrerà scaricare una delle installazioni adattate allo scopo.

La più diffusa è la MSIWindosx86.iso, cui fanno riferimento le descrizioni di Mobile Computer Magazine e di GeniusBAR , molto bello questo a cura di  Silvio Balduzzi (quest’ultimo si occupa anche dell’aggiornamento alla 10.5.6, eventualmente già attivo nelle ultime hack). Con questo sistema sarà inoltre possibile avere un doppio boot e quindi usare Mac OS X potendo mantenere anche il Windows XP OEM.

Usando questo hack potrebbe essere necessrio scaricare ancora:

Un’hack molto interessante e per di più nostrano è iDeneb che, oltre a supportare già la 10.5.6, ha diverse relase note che riferiscono di soluzione di problemi con il Wind.

Se non vi piace leggere pagine che illustrano la procedura, potete trovare anche delle istruzioni filmate (in realtà si tratta di slides) che riportiamo qui sotto:

[Youtube=http://www.youtube.com/watch?v=qAbhVU6oKfw&hl=it&fs=1]

Ecco infine una serie di filmati:

[Youtube=http://www.youtube.com/watch?v=SmI1c5J6XOY]

 

Annunci

1 Commento

Archiviato in 3ex Life

Una risposta a “E adesso possiamo riprovare sui netbook…

  1. Pingback: iDeneb: il Mac OS incontra i netbook - parte 1 « 3E Linux Life Style

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...